Incontro con Medici Senza Frontiere

CATANIA. Una mattinata di confronto e scambio tra due servizi di assistenza per le fasce di popolazione più vulnerabili della Città. Si riassume in questi termini la visita, lo scorso sabato, di una delegazione della Caritas Diocesana di Catania al “Centro residenziale per titolari di protezione e potenziali richiedenti asilo dimessi da strutture sanitarie”, gestito da Medici Senza Frontiere.

La Caritas Diocesana di Catania, tra le varie attività per gli ultimi della Città, opera anche nel campo sanitario tramite la propria Rete di Accoglienza Sanitaria che è attiva dal marzo del 2016 e si trova all'ambulatorio solidale dell'Help Center (Piazza Giovanni XIII, Stazione centrale, angolo viale Africa) e riceve martedì (9,30-12) e sabato (9,30-11). La Rete è guidata dal cardiologo Salvo Guarnera, responsabile del Centro Cuore Morgagni, con la collaborazione di numerosi medici specializzati e generici. Nel corso dell'ultimo anno sono stati circa 1500 gli accessi all'ambulatorio.

La Caritas Diocesana di Catania conferma la sua predisposizione al dialogo e al confronto per offrire una migliore e ramificata risposta ai bisogni sanitari dei soggetti che si trovano nelle aree marginali del sistema sanitario nazionale.