La Caritas Catania sostiene la petizione #WithRefugees

La Caritas Diocesana di Catania promuove #WithRefugees, la petizione dell'UNHCR, l'Agenzia Onu per i rifugiati, che chiede ai governi tre impegni fondamentali: garantire che ogni bambino rifugiato abbia un'istruzione; garantire che ogni famiglia rifugiata abbia un posto sicuro in cui vivere; garantire che ogni rifugiato possa lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità (firma qui https://withrefugees.unhcr.it/petizione/)

Avviato progetto di ricerca sui Corridoi Umanitari

riunioneNei giorni scorsi la Caritas Diocesana ha ospitato un gruppo di studio guidato dalla professoressa Ilaria Schnyder von Wartensee dell'University of Notre Dame (Usa) che sta svolgendo una ricerca sui Corridoi Umanitari. L'organismo diocesano è stato coinvolto e intervistato nell'ambito del progetto "Protetto. Rifugiato a casa mia - Corridoi Umanitari" che, dal febbraio scorso, vede cinque eritrei (due mamme e tre bambini) accolti dalla rete Caritas con l'obiettivo di fornire a queste persone la possibilità di ricostruirsi una vita in Europa. La ricerca durerà complessivamente cinque anni, ma già per il primo anno è previsto un rapporto.

Sabato 5 maggio raccolta alimentare all'Ipercoop del Katanè per l'intera giornata

foto raccoltaCCATANIA. Un appuntamento per contribuire, con un piccolo e significativo gesto, al pasto quotidiano degli ultimi della Città. Sabato 5 maggio, dalle 9 alle 21, si terrà una giornata di raccolta alimentare per la Caritas Diocesana di Catania, grazie alla disponibilità offerta dall'Ipercoop del Centro Commerciale Katanè di Gravina di Catania (Via Salvatore Quasimodo 1) che ospiterà l'evento. 

Donate 100 paia di scarpe ai migranti sbarcati a Catania

foto sbarcoIn seguito allo sbarco odierno (27 aprile) dei migranti al Porto di Catania, la Caritas Diocesana, su richiesta della dottoressa Carmela Campione dei Servizi Sociali del Comune di Catania, ha provveduto in mattinata alla donazione di un centinaio di paia di scarpe provenienti dai sequestri effettuati dalla Guardia di Finanzia. I 300 migranti sbarcati, in maggior parte uomini, provengono principalmente dal Sudan e dal Ghana.

Attivato l'Osservatorio delle Povertà e delle Risorse

osservatorioCATANIA. La Caritas Diocesana di Catania si è dotata dell'Osservatorio delle Povertà e delle Risorse che, a partire dal marzo del 2019, offrirà annualmente alla Città i dati registrati dall'organismo pastorale in merito alle situazioni di povertà e di fragilità sociale del territorio, nonché il sistema di risposte messo in atto per contrastarle. La presentazione dei risultati dell'Osservatorio costituirà anche l'occasione per una riflessione condivisa sulle problematiche evidenziate. 
 

Mensa e servizio ai senzatetto anche per la Santa Pasqua e per il lunedì dell'Angelo

CATANIA. Rimettere al centro della propria esistenza i valori della condivisione e della solidarietà. L'esempio arriva dai volontari della Caritas Diocesana che, anche nei giorni delle celebrazioni pasquali, non faranno mancare il proprio supporto umano e materiale ai fratelli che stanno attraversando un periodo particolarmente difficile del proprio percorso di vita. La mensa dell'Help Center (Stazione Centrale) resterà aperta a pranzo per la Santa Pasqua, giorno 1 aprile, subito dopo la Santa Messa che si terrà alle ore 12, e anche per il lunedì dell'Angelo, giorno 2 aprile. Non si fermerà anche il servizio dell'Unità di Strada che quotidianamente consegna un centinaio di pasti caldi ai senzatetto della Città.

Incontro con Medici Senza Frontiere

CATANIA. Una mattinata di confronto e scambio tra due servizi di assistenza per le fasce di popolazione più vulnerabili della Città. Si riassume in questi termini la visita, lo scorso sabato, di una delegazione della Caritas Diocesana di Catania al “Centro residenziale per titolari di protezione e potenziali richiedenti asilo dimessi da strutture sanitarie”, gestito da Medici Senza Frontiere.

A scuola dalla Caritas Diocesana. Il pranzo preparato dai ragazzi dell'Ipssat “Rocco Chinnici” di Nicolosi

CATANIA. Un'esperienza in Caritas perché la scuola possa contribuire anche alla formazione di cittadini che sappiano apprezzare e diffondere i valori della solidarietà e della condivisione. Stamattina, alcuni studenti dell'Ipssat “Rocco Chinnici” di Nicolosi, accompagnati da Anna Dolei e Anna Morandi, insegnanti di religione dell'Istituto alberghiero, hanno preparato il pranzo alla mensa “Beato Dusmet” della Caritas Diocesana di Catania per gli assistiti che si sono recati nei locali della Parrocchia “Resurrezione del Signore” di Librino. La mensa, attiva a pranzo per quattro giorni a settimana, offre circa 250 pasti per ogni servizio agli assistiti che provengono principalmente dai quartieri periferici a rischio criminalità e a basso tasso di occupazione come S. Giorgio, Villaggio S. Agata, Librino, Zia Lisa e Monte Po.

Iscriviti a

 

relazione e formazione

 

aiuta la caritas

 

 

 

diventa volontario

 

sportello cerca lavoro

 

caritas italiana