Centro di Ascolto

Centro di Ascolto

L'Help Center si trova in Piazza Giovanni XXIII angolo Viale Africa (Stazione Centrale).

La struttura nasce a seguito  di un protocollo di intesa siglato nel 2005 tra ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) ed F.S. al fine di creare, in collaborazione con i Comuni, strutture per affrontare l'emarginazione che gravita nelle aree ferroviarie (Help Center) ed elaborare, insieme agli Enti Locali e agli Enti del Terzo settore, progetti di sostegno, recupero e accompagnamento del disagio. Attivo dal 2006, si configura come un centro di accoglienza diurno e di pronto soccorso sociale per persone senza dimora e in genere per tutti coloro che vivono in condizioni di disagio e di esclusione sociale: immigrati (rifugiati, richiedenti asilo, irregolari), persone sole, con sofferenza mentale, con ex-dipendenze, in situazione di deprivazione economica e di grave emarginazione sociale, italiani e stranieri.

Dove: Stazione Centrale (Angolo Viale Africa)

Contatti: 095530126

Referenti: dott.ssa Sarah Zimbili e dott.ssa Mimma Mascena

Da lunedì a giovedì: 8:30/12:30 - Venerdì: 8:30/12:00 - Sabato: 8:30/11:00

- Ascolto;

- Segretariato sociale;

- Orientamento alle strutture socio-sanitarie territoriali, pubbliche/private;

- Accompagnamento di emergenza;

- Valutazione ingressi per uomini e donne in centri di accoglienza notturna a bassa soglia;

- Valutazione ingressi con presa in carico all'interno di gruppi appartamento per uomini separati e donne con minori a carico;

- Collaborazione con l'ufficio di servizio sociale per i minorenni di Catania (USSM) per lo svolgimento della messa alla prova dei minori autori di reato. Il minore, per il quale il processo viene sospeso (D.P.R. 22 settembre 1988 n.448 art. 28), svolge all'Help Center attività di volontariato, dietro osservazione, sostegno e controllo dei Servizi Minorili dell'Amministrazione della Giustizia a cui è affidato e della tutor referente dott.ssa Sarah Zimbili. Per ulteriori informazioni chiamare al numero 095530126 o inviare una mail a helpcenter@caritascatania.it;

- Collaborazione con l'ufficio di esecuzione penale esterna di Catania (UEPE). Con la sospensione del procedimento, l'imputato viene affidato a tale ufficio per lo svolgimento di un programma di trattamento che prevede come attività obbligatoria e gratuita, l'esecuzione di un lavoro di pubblica utilità in favore della collettività che può essere svolto presso istituzioni pubbliche, enti e organizzazioni di assistenza sociale, sanitaria e di volontariato (legge n. 67 del 2014). Per ulteriori informazioni chiamare al numero 095530126 o inviare una mail a helpcenter@caritascatania.it. Referente delle attività dott.ssa Sarah Zimbili;

- Collaborazione con l'Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarietà nelle Stazioni Italiane di Roma (ONDS);

- Collaborazione con Enti Universitari nell'ottica della ricerca sulle forme di povertà e disagio e sui flussi migratori.   

 

relazione e formazione

 

aiuta la caritas

 

 

 

diventa volontario

 

sportello cerca lavoro

 

caritas italiana