Cominciato il primo corso gratuito per "Badante di famiglia"

 

CATANIA. Un’esigenza per molte famiglie che si potrà trasformare in opportunità di lavoro per altre persone. Stamattina, giorno 20 aprile, è cominciato il corso gratuito per “Badante di famiglia”, aperto a uomini e donne che vogliono apprendere delle competenze di base per prestare supporto a persone in difficoltà e organizzato da Caritas Diocesana e Acli Catania. Alla positiva conclusione del corso, i soggetti meritevoli saranno inseriti nel circuito Caritas-Acli che ne agevolerà il collocamento presso le famiglie che chiedono del personale referenziato per prestare servizio come badante. 

L’addetto all’assistenza di base adotta tecniche per promuovere la partecipazione dell’assistito, salvaguardando allo stesso tempo il mantenimento delle sue capacità. Inoltre, si occupa della cura e della gestione dell’ambiente di vita e accompagna la persona all’esterno per l’accesso ai servizi territoriali e alle risorse del territorio, così da ridurre i rischi di isolamento ed emarginazione. Sono 100 le ore frontali per i venti corsisti che saranno impegnati in diversi moduli che comprenderanno la “Salute e la Sicurezza sui luoghi di lavoro”, ma anche tecniche pratiche come il primo soccorso, la sanificazione, l’igiene ambientale, la sterilizzazione e gli elementi di anatomia umana. Nel percorso di studio, sono previste anche delle competenze trasversali, come psicologia relazionale e psicologia oncologica e cure palliative, e nozioni e tecniche di assistenza legati, tra le altre cose, all’economia domestica, agli elementi di farmacologia e all’igiene della persona.

Don Piero Galvano, direttore della Caritas Diocesana, ha spiegato che «riceviamo spesso delle richieste da parte di famiglie che vorrebbero una badante o un badante per avere supporto nella cura di un anziano o di una persona non autosufficiente ed è complicato trovare delle persone qualificate e competenti da consigliare. Con questo corso, grazie al prezioso lavoro svolto dalle Acli, speriamo di poter ottenere un elenco di candidati ideali da proporre alla nostra rete in caso della necessità di una persona referenziata e di fiducia, sottolineando al contempo che questo incontro potrà avvenire sulla base di un trattamento lavorativo adeguato da parte di chi richiede il servizio».

(20/04/22)

 

relazione e formazione

 

aiuta la caritas

 

 

 

diventa volontario

 

sportello cerca lavoro

 

caritas italiana