Attivato l'Osservatorio delle Povertà e delle Risorse

CATANIA. La Caritas Diocesana di Catania si è dotata dell'Osservatorio delle Povertà e delle Risorse che, a partire dal marzo del 2019, offrirà annualmente alla Città i dati registrati dall'organismo pastorale in merito alle situazioni di povertà e di fragilità sociale del territorio, nonché il sistema di risposte messo in atto per contrastarle. La presentazione dei risultati dell'Osservatorio costituirà anche l'occasione per una riflessione condivisa sulle problematiche evidenziate. 

L'Osservatorio, che ha come referente la dottoressa Carmela Impeduglia, nasce come strumento della Caritas Diocesana per aiutare la comunità cristiana a osservare le povertà presenti nel territorio e le loro dinamiche di sviluppo, stimolando su questi temi l'attenzione dell'opinione pubblica, delle altre associazioni operanti sul territorio e delle Istituzioni cittadine. Un impegno, inoltre, che fornirà il quadro delle attività svolte dalla Caritas Diocesana nel corso dell'anno, come già avviene separatamente per alcuni servizi quali il microcredito. 

Il gruppo di lavoro dell'Osservatorio è già all'opera per aggiornare il sistema di raccolta dei dati, garantendo il pieno rispetto della legge sulla privacy che tutela gli assistiti, e per organizzare le modalità di presentazione alla comunità locale. Un'occasione determinante per fornire luoghi e tempi di confronto necessari ad una carità innovativa in cammino che si fa occasione per incarnare la Parola. Questi incontri saranno orientati a far conoscere la valenza missionaria della Chiesa in una società che «ci interpella tutti quotidianamente – ha messo in risalto Carmela Impeduglia – sulla dignità di ogni essere umano come diritto esigibile». In questi momenti si promuoverà la cultura della collaborazione e si favorirà l'assunzione di responsabilità personale e comunitaria.

Don Piero Galvano, direttore della Caritas Diocesana, ha sottolineato l'importanza di questo strumento, determinante anche per conoscere l'impegno quotidiano dell'organismo pastorale nei confronti dei soggetti più deboli. In tal senso ha esortato la cittadinanza a collaborare: «I poveri non hanno nulla da firmare. Io firmo per i poveri. Grazie per la tua firma a servizio dei poveri». È possibile contribuire al sostentamento delle Opere-segno, che ogni anno alleviano le sofferenze di tanti fratelli, tramite la destinazione del 5xMille alla Caritas di Catania (Codice Fiscale: 93133710876) e dell'8xMille alla Chiesa Cattolica.